VATA-PITTA-KAPHA

ARIA ETERE FUOCO TERRA ACQUA

  • Home
  • DIARIO
  • I tre dosha
228-spezie.jpg

Deriva dalla radice √dus- "impuro, distruggersi" il dosa guasta e infetta.

"Dooshanat Dosha Uchyante" questa condizione di impurità che può alterare il normale stato di salute. Questo concetto è da intendersi come un velo che si stende creando frammentazione. Questo fenomeno di differenziazione non va però inteso negativamente poichè consente la vita che in altro modo sarebbe impossibile.

Pandit Shiv Sharma, illustre esponente indiano dell'Ayurveda, definisce i tre dosha come "gli ultimi irriducibili principi metabolici che governano la struttura psicosomatica dell'uomo"

Nell' āyurveda causa la malattia producendo un'alterazione solo quando è in condizione di squilibrio.

I dosha sono i concetti che governano ogni funzione fisica o mentale del nostro corpo. I dosha sono una combinazione di mahabhuta (i 5 elementi). Caraka mette in relazione i tre dosha con tre mahabhuta (l’aria in relazione con vata,il fuoco in relazione con pitta,l’acqua in relazione con kapha). Altri autori come per esempio Susruta dice invece che vata è la combinazione di aria ed etere (vayu + akasha),pitta è dato dal fuoco (tejas) con un apporto di acqua (ap) e kapha è principalmente acqua e terra (ap e prithvi).

Ogni dosha contiene all’interno tutti i mahabhuta ma quelli che hanno un’azione prevalente sono questi. I dosha non sono tangibili ma li possiamo apprezzare e intuire tramite le nostre reazioni ed emozioni all’interno del corpo. Tutto ciò con cui entriamo in contatto cambia l’equilibrio dei guna (qualità). Questa influenza esterna tramite il cibo e le nostre percezioni sensoriali si sviluppa fondamentalmente attraverso i dosha,questi non cambiano ma vengono alterati.

Deepak Chopra spiega i dosha attraverso un esempio e dice: “i dosha all’interno del corpo possiamo comprenderli tramite le sensazioni che ci trasmettono quindi quando vediamo un cambiamento nel nostro corpo dobbiamo sempre cercare di leggere questo mutamento in chiave di dosha.” Deepak fa l’esempio dell’immagine televisiva: se vediamo le immagini da lontano hanno una forma compatta e definita se ci avviciniamo allo schermo vediamo dei puntini uniti tra loro che si muovono. Questi puntini di tre colori diversi potrebbero essere paragonati ai tre dosha. Quando l’immagine televisiva è disturbata noi non possiamo intervenire direttamente sull’immagine ma dobbiamo intervenire sul riequilibrio dei puntini che la compongono.

E’ sui dosha che possiamo e dobbiamo lavorare.

 

Cosa influenza nel nostro corpo la formazione dei dosha?

  • la madre
  • il padre
  • le condizioni ambientali durante il concepimento e durante la gestazione
  • i condizionamenti mentali dati dallo stato psichico della madre durante la gravidanza
  • come si mangia e come si beve
  • memorie delle vite passate (elementi karmici) e fattori genetici

Durante la nostra vita  dovremo cercare di mantenere l'equilibrio della prakriti con la quale siamo nati. Questo no significa che i tre dosha debbano essere allo stesso livello 33% vata, 33% pitta, 33% kapha ma dobbiamo mantenere l'equilibrio secondo gli elementi che ci sono stati forniti dalla nascita. Ogni equilibrio si differenzierà da individuo a individuo ed è per questo che l'ayurveda non propone terapie uguali e identiche per tutti ma guarda e osserva la persona che ha di fronte.

Le funzioni dei dosha

Nessuna funzione è regolata unicamente da un dosha. Ogni singola funzione corporea e celebrale è regolata da tutte e tre. Ognuno ha però la sua funzione particolare.

VATA (ARIA+ETERE)

E' l'energia che crea il movimento. Controlla i vari processi come la divisione cellulare e la formazione dei tessuti; nel sistema nervoso regola gli impulsi; mette il relazione manas (la mente) con la buddhi (coscienza); controlla il sistema di eliminazione e il trattenimento delle sostanze o meno da eliminare; le funzioni di vata sono il movimento ma anche il controllo di quest'ultimo.

Caraka ci dice " Vata siginifica "ciò che muove", deriva dalla radice √va che significa "movimento". Vata si autogenera indipendentemente, è eterno, è in ogni essere vivente sia animato che inanimato; è la causa del mantenimento, della nascita, della morte degli esseri viventi; impercettibile ma rivelabile tramite le sue azioni, è di grossa potenza. E' il signore dei dosha perchè senza di lui gli altri dosha non potrebbero svolgere le loro funzioni"

 le qualità di vata sono simili alle qualità dell'aria

SECCO,FREDDO,LEGGERO,SOTTILE,MOBILE,CHIARO,RUVIDO,RAPIDO

Le sedi di vata: intestino, tratto urinario, colon, zona lombare, vescica, gambe, piedi, ossa, pelvi, bacino, retto, zona femorale, orecchie, parte sotto l'ombelico

Le caratteristiche che ci fanno osservare la presenza di vata:

PRASPANDA la vibrazione Vata governa tutti i movimenti ritmici. Ogni movimento all'interno del corpo è ritmico: la respirazione, il battito cardiaco, la circolazione

UDV ˜ PANAM la percezione trasporta le sensazioni ai rispettivi organi di senso

PURNAM saturazione,spinta In relazione a vata significa che sospinge le sostanze che devono muoversi all'interno del corpo e dei canali andando a nutrire e saziare i tessuti del corpo

DISCRIMINAZIONE vata controlla la differenziazione cellulare o la formazione dei tessuti e quindi discrimina tra il momento in cui si dovrebbe moltiplicare e quando non dovrebbe.

Funzioni normali di vata

Entusiasmo,inspirazione e espirazione,movimento,formazione dei tessuti corporei,eliminazione appropriata dei mala,funzionamento degli organi di senso e di moto,comparsa di stimoli naturali (defecare,urinare),controllo della mente,stimolazione del fuoco digestivo (inteso come trasportatore all’interno del tubo digerente. L’agni non può bruciare senza l’aria),equilibra l’umidità di pitta e kapha, promuove la formazione e la fuoriuscita del feto,dà origine al tatto e al suono, sostiene la compattezza degli organi nutrendo e accrescendo il tessuto.

Cause dell’aumento di vata

Sforzi fisici e mentali eccessivi,stare svegli la notte,reprimere gli stimoli naturali,il sapore piccanteamaro-astringente, le sostanze con qualità secco-leggero-freddo-ruvido-duro,il digiuno,i pasti fuori orario, mangiare troppo, cibi come carne secca-miglio-legumi, alimenti secchi e asciutti come i crackers, biscotti, fette biscottate. Vata aumenta principalmente nelle stagioni secche o comunque nei periodi dell’anno in cui ci sarà più secchezza o sarà un periodo più ventoso. L’aggravamento ce l’avremo alla fine dell’estate ma anche seguendo le fasi della giornata (prima del tramonto e prima dell’alba)oppure dopo la digestione del cibo e nella vecchiaia (fase della vita principalmente collegate a vata).

Cause di diminuzione di vata

Vata diminuisce a contatto con gli elementi che hanno i seguenti guna (caratteristiche): caldo,untuoso,pesante,liscio,appiccicoso,morbido (opposti a quelli indicati nel descrivere vata) I sapori: dolce-acido-salato

Terapie: oleazione interna ed esterna,fomentazione,terapie sodhana (purificanti) lievi e non troppo incisive perché il vata non ama essere troppo “sballottato” quindi bisogna agire sempre con una certa delicatezza,anche le dosi dei farmaci devono essere più soft rispetto agli altri dosha. Impacchi caldoumidi,bagni/docce con liquidi caldi (es. un decotto di piante con elementi pacificanti vata),clisteri.

Per vata il trattamento di eccellenza è basti: clistere medicato. Questo perché agisce direttamente sul colon che è alla radice dell’alterazione di vata. Una volta che è riequilibrato il colon porta l’equilibrio anche nelle altre sedi automaticamente.

Attività indicate:  tutte le attività che creano distacco e allontanano il continuo borbottare della mente: meditazione,musica,danza,cantare i mantra.

Funzioni anormali causate dall’aumento di vata: Voce rauca,emaciazione (riduzione dei tessuti corporei),colorazione scusa e nerastra,movimenti involontari del corpo (spasmi e tremori),desiderio di calore,perdita di sonno,carenza di forza,diminuzione della capacità degli organi di senso,feci dure,ostruzione del movimento degli escreti,flatulenza,dolore alle ossa,diminuzione del midollo osseo,stati mentali come timidezza,paura,ansia,agitazione mentale,tristezza,malinconia,delirio,confusione mentale,distrugge o trattiene oltre il tempo normale l’embrione,blocco del respiro vitale.

Funzioni anormali causate dalla diminuzione di vata

Diminuzione dell’attività,diminuzione della loquacità,perdita della felicità,mancanza di contentezza e di soddisfazione,diminuzione della capacità intellettiva,perdita di coscienza,salivazione eccessiva,anoressia,nausea,debilitazioni e disordini dell’attività digestiva

PITTA (FUOCO +ACQUA)

Pitta è l’energia di trasformazione. Controlla la trasformazione dei tessuti,la produzione di calore,le attività metaboliche,la secrezioni (esocrine ed endocrine) di ormoni,enzimi etc…,controlla la temperatura corporea,la fame,la sete.

Pitta è fortemente in relazione con la prontezza, la capacità di apprendimento e la capacità di aver prontezza e interagire con il mondo esterno.

Il termine pitta deriva dalla radice √tap che significa “creare calore”.

Nel suo stato naturale pitta rende possibile la digestione e il metabolismo. Nello stato alterato no.

Qualità di pitta

rappresenta l’elemento fuoco quindi le sue qualità sono simili a quelle del fuoco.

LEGGERMENTEUNTUOSO,LEGGERMENTESECCO,CALDO    ACUTO,PENETRANTE,LIQUIDO,ACIDO,MOBILE,PICCANTE,MALEODORANTE,GIALLASTRO    (O ALTRI TESTI DICONO ROSSO-GIALLASTRO),CHIARO,LEGGERO viene ovviamente pacificato da sostanze che hanno qualità opposte

Sedi:ombelico,stomaco,intestino tenue,ghiandole sudoripare,linfa,sangue,occhi,pelle,cistifellea (o vescicola biliare),fegato Sintomi della presenza di pitta: colorazione rossa,digestione del cibo,produzione delle difese immunitarie,la vista,l’intelligenza,l’acutezza dell’intelligenza,la lucidità,la prontezza nell’apprendimento.

 Funzioni normali di pitta vista,digestione,temperatura del corpo,fame,sete,appetito,morbidezza dei tessuti del corpo,colorito della pelle,luminosità,felicità,intelligenza,coraggio

Cause dell’aumento di pitta

Rabbia,tristezza,paura,stanchezza,eccessiva attività sessuale,digiuno,cibo che crea sensazione di bruciore durante la digestione,i sapori: salato-acido-piccante,le sostanze con qualità calde,acute,penetranti,leggere;cibo difficile da digerire (perché si riduce agni),cibi caldi,leggeri,untuosi;il formaggio stagionato,gli alcolici,la frutta acida,la carne di capra

Pitta aumenta in presenza di calore durante la stagione calda Si aggrava in autunno,a mezzogiorno a mezzanotte (aumento fisiologico),durante la digestione del cibo,nell’età matura (quando è al massimo della capacità enzimatica e ormonale). Cause della diminuzione di pitta Qualità come il freddo,l’untuoso,sapore doce,amaro astringente.

Trattamenti: la purga,impacchi rinfrescanti,doccia (per non aumentare pitta non usare acqua troppo calda soprattutto sulla fronte) o liquidi rinfrescanti,massaggio con olio (oli con caratteristiche più rinfrescanti) Pitta diminuisce all’inizio della primavera, all’inizio della notte,durante l’infanzia e la vecchiaia,stando all’ombra,bevendo acqua,latte o ghee;esponendosi alla luce della luna,usando profumi freschi e piacevoli,ascoltando musica piacevole e rilassante,pitta è molto sensibile al bello. Quando pitta è equilibrato nell’intestino tenue si riequilibra anche in automatico nelle altre sedi.

Funzioni anormali causate dall’aumento di pitta

Colorito giallastro della pelle,delle feci,delle urine e degli occhi,avversione al calore,desiderio di cose fredde,diminuzione del sonno,svenimento,stanchezza,debolezza degli organi di senso,diminuzione delle difese immunitarie,sensazione di bruciore,sapore amaro in bocca,sete e fame eccessive,indigestione,problemi alla vista,paura,rabbia,sconcerto. Funzioni anormali causate dalla diminuzione di pitta diminuzione della temperatura corporea,digestione indebolita,indigestione,anoressia,colorazione biancastra di unghie e occhi(parte interna della palpebra) (anemia),perdita del colorito della pelle,rigidità nei movimenti,dolori intermittenti,ruvidità del corpo,tremori,sensazione di pesantezza,mancanza di chiarezza mentale,impossibilità di assorbire sostanze usate nei trattamenti esterni.

KAPHA (TERRA+ACQUA)

la funzionalità è quella di accrescere il corpo. Gli dà volume e struttura. L'altra funzione fondamentale è quella di impedire il logorio e disfunzione dei tessuti controbilanciando in questo modo l'azione di vata o quella estremamente riscaldante di pitta.

Kapha conserva la forza,controlla le funzioni cellulari soprattutto per quel che riguarda l'accrescimento e la formazione di materia all'interno dei processi cellulari. E' fondamentale anche in rapporto al sistema immunitario,la fertilità e il rigore sessuale. Tende a creare una memoria stabile e armoniosa: è importante ricordare le cose e ricordarle bene.

Kapha radice √slish significa abbracciare,aderire,simboleggia anche il muco. Caraka ci dice:Kapha nello stato normale promuove la forza dei tessuti corporei.

Kapha in codizione alterata prende la forma di escreto (nel senso di muco) e crea sofferenza.

Qualità di Kapha (sono simili a quelle dell'acqua)

pesante,freddo,morbido,untuoso,idratante,dolce,stabile,grossolano,appiccicoso,viscoso,bianco e trasparente. Freddo e dolce quando non è riscaldato,salato quando è riscaldato.

Viene pacificato da sostanze con qualità opposte e ha predominanza del guna tamas. Le sedi di kapha sono: il torace,la testa,il collo,le articolazioni,lo stomaco,il grasso,il pancreas,il plasma,il naso e la lingua. La sede principale è comunque il torace.

Sintomi di una presenza di kapha nel corpo sono:

la compattezza delle articolazioni,l'idratazione,la lubrificazione all'interno dei tessuti e delle articolazioni,capacità di favorire la riparazione dei tessuti,riempimento,forza e stabilità (sia fisico che mentale).

Funzioni normali di kapha: untuosità e lubrificazione forma e coesione,stabilità,pesantezza,virilità nel senso di capacità riproduttiva,forza,capacità di tollerare e perdonare,pazienza,assenza di ingordigia,intelligenza,coraggio (diverso da quello di pitta: fa una cosa anche se è rischiosa ma lo fa a ragion veduta.Il pitta segue un impulso maggiore,è più istintivo.),attaccamento.

C a u s e d e l l ' a u m e n t o d i k a p h a

d o r m i r e d u r a n t e i l g i o r n o , c a r e n z a d i e s e r c i z i o fisico,apatia,indolenza,abitudini sedentarie,sapori: dolce-acido-salato, sostanze con qualità freddo,untuoso,viscoso; cibi difficili da digerire, i cibi che aumentano l'idratazione all'interno dei tessuti (es. le sostanze che contengono sale o i latticini),consumo eccessivo di cereali (pasta di sesamo,panini,pasta),lo yogurt,il latte,la carne e il grasso degli animali che vivono nelle zone acquatiche (uccelli acquatici,bufalo),i frutti dolci e delle piante rampicanti (es. la zucca,cetrioli,uva),i legumi neri (ceci,lenticchie,fagioli). Kapha aumenta specialmente a causa del freddo e dell'umidità.Nella stagione fredda il kapha si aggrava e in primavera; all'inizio del giorno e della notte,dopo i pasti (nella prima parte della digestione),durante l'infanzia. 

 

Cause della diminuzione di kapha i sapori: piccante-amaro-astringente.Le qualità caldo,penetrante,leggero,secco e ruvido; la fomentazione e l'applicazione di calore,nasya (terapia attraverso le narici),la terapia vamana (vomito),attività fisica intensa,attività sessuale intensa,stare svegli la notte, evitare i comfort. Inoltre kapha diminuisce naturalmente durante la digestione,d'estate e nell'età avanzata. Il trattamento per eccellenza per kapha è il vamana. Funzioni anormali causate dall'aumento di kapha colorazione biancastra,freddo,prurito,assenza di movimento,sensazione di pesantezza,untuosità,debilitazione,pigrizia,stupore (intesa come la scarsa capacità di reagire),mancanza di reattività,sonnolenza, lassità delle articolazioni, obesità,stordimento,ottusità dei sensi, ostruzione dei canali, svenimento, difficoltà respiratorie, tosse, salivazione eccessiva, nausea, digestione debole. Funzioni anormali causate dalla diminuzione di kapha secchezza,sensazione di bruciore nel canale alimentare (è un segno pitta perchè si abbassa kapha), sensazione di vuoto nello stomaco e nelle altre sedi di kapha, sete, debolezza, perdita del sonno, avidità, agitazione,dolori nel corpo, sensazione di bruciore localizzata, palpitazione.

 

 

 

 

Condividi