NADI-PARIKSHA

L'analisi del polso
La lettura del polso aiuta il medico a capire quale dosa si sta squilibrando o quale dosa si sta aggravando; dà altre informazioni sui diversi sistemi del corpo,sullo stato mentale del paziente.

  • Home
  • DIARIO
  • NADI-PARIKSHA
119-nadi-pariksha.jpeg

La lettura del polso aiuta il medico a capire quale dosa si sta squilibrando o quale dosa si sta aggravando; dà altre informazioni sui diversi sistemi del corpo,sullo stato mentale del paziente.

Per capire bene di quale disturbo o malattia sta soffrendo il paziente,la dominanza di una persona,per capire il momento attuale,qual è il dosa dominante,quale sistema del corpo non fuziona bene serve tantissima esperienza. Esistono pochissime persone che hanno una profonda conoscenza della lettura del polso.

Il momento migliore per eseguire la lettura del polso è la mattina presto,quando è avvenuta l'evacuazione,abbiamo lavato il viso,siamo più rilassati, non abbiamo lo stomaco pieno, siamo digiuni ma non abbiamo molta fame, non abbiamo tensioni, abbiamo riposato bene (se una persona non ha dormito e si sente stanca deve evitare di farsi fare la lettura del polso perchè in quelle circostanze si alza subito vata).

Paziente e vaidya devono essere entrambi molto rilassati. Se una persone sente un po' di indolenza si sente subito l'aggravamento di Kapha,in una persone arrabiata sentiremo l'aggravamento di Pitta, mentre in una persona in preda alla paura, all'ansia o al nervosismo sentiremo l'aggravamento di Vata.

Innanzi tutto dovremo calmare le persone impaurite, essere molto tranquilli con le persone arrabbate,attivare un po' le persone lente,indolenti,poi si può procedere con la lettura del polso, perchè appunto è bene che la persona non sia nervosa, stanca, arrabbiata.

Uttilizziamo le dita indice, medio e anulare, posizionandole sull'arteria radiale.

Iniziamo con la mano destra sulla base del pollice, circa 1 cm sotto il polso. Prima posizioniamo l'indice poi il medio e infine l'anulare. Per fare la lettura del polso a persone di sesso maschile si usa normalmente la loro mano destra( la parte destra è quella più razionale), mentre per le donne la loro mano sinistra (la parte sinistra è la parte più emotiva); il Vaidya usa la sua mano destra. Per imparare è però utile fare inizialmente la lettura del polso utilizzando entrambe le mani, ascoltando entrambi i polsi del paziente, quindi compiere la lettura 4 volte (polso destro con mano destra, polso destro con mano sinistra, polso sinistro con mano destra  e polso sinistro con mano sinistra) per sentire se ci sono differenze ed essere più sicuri. Il Vaidya è esperto quindi può limitarsi ad ascoltare soltanto un polso. Per essere più sicuri si applicano le dita sul polso poi si toglie pressione e questo si ripete 3 volte.

Con il dito indice si valuta Vata, con il medio Pitta, con l'anulare Kapha.

Condividi